olio di palma
dicembre 6, 2015

Olio di palma e sostenibilità

L’olio di palma è un olio vegetale prodotto nei paesi orientali, in particolar modo in Malesia ed Indonesia. E’ ricavato dalla polpa dei frutti di palma, di consistenza perlopiù solida.

Perchè viene usato l’olio di palma?

Questa è una delle tante domande che molte persone ancora oggi si pongono. L’olio di palma secondo alcune recenti ricerche, possiede delle proprietà funzionali che lo rendono un ingrediente fondamentale nell’industria alimentare. Negli ultimi anni a questa parte infatti, l’olio di palma ha subìto un incremento in termini di utilizzo. Il rendimento della palma da olio può essere fino a 10 volte superiore rispetto a quella della soia e della colza. Per via dello straordinario rendimento dell’olio, esso costituisce il 39% della produzione mondiale di olio vegetale.

In che settori viene utilizzato?

Nel nostro Paese, l’olio in questione viene usato in diversi settori, quali:

  • cosmesi
  • nel campo alimentare
  • nel settore farmaceutico
  • nella mangimistica
  • nelle bioenergie

In campo cosmetico l’olio di palma trova largo impiego nel trattamento di capelli secchi e sfibrati e in commercio sono disponibili diversi prodotti che hanno come base questo ingrediente. Anche molte creme idratanti per pelli secche utilizzano questo tipo di olio sfruttando al massimo il potere idratante. Lo troviamo anche in ambito “alimentare” dove viene utilizzato anche per la produzione nonché per la conservazione di moltissimi alimenti. E visto il suo basso costo viene ampiamente utilizzato anche  in molti ristoranti.

Nei prodotti alimentari confezionati troviamo l’olio di palma, soprattutto nelle merendine, nei dolciumi, nei biscotti. Si ricorre a questo prodotto perché rispetto agli altri olii esso è resistente ai fattori ambientali quali luce e temperatura.

Secondo alcune recenti indagini, in Italia le aziende dolciarie utilizzano solamente l’11% di tutto l’olio di palma disponibile sul mercato nazionale. Ebbene si avete letto bene cari lettori. Erroneamente a quanti molti affermano, le industrie italiane usano questo prodotto solamente in minima parte. L’olio maggiormente utilizzato dalle industrie italiane  è l’olio di oliva a seguire l’olio di soia, quello di girasole e infine quello di colza.Oggi la gran parte delle aziende che utilizzano l’olio di palma si sono impegnate ad acquistare il 100% di olio di palma sostenibile certificato RSPO (Associazione che garantisce la sostenibilità delle coltivazioni).

Infatti le aziende AIDEPI utilizzano solamente l’olio di palma certificato RSPO per i loro prodotti, in modo da limitare quanto più possibile gli impatti sulla deforestazione, problema che sembra non avere un capolinea.Data la forte richiesta, oggi la coltivazione delle palme da olio sta mettendo in serio pericolo la foresta pluviale dell’Asia. Una deforestazione che sembra interessare in particolar modo la Malesia e L’Indonesia, con ripercussioni evidenti sulla salute del nostro pianeta terra.